Via F. B. Rastrelli, 151/153 - 00128 Roma

L'estrazione dei denti del giudizio: le indicazioni per capire

Scritto da
Estrazione dei denti del giudizio: le indicazioni per capire Estrazione dei denti del giudizio: le indicazioni per capire

L’estrazione del dente del giudizio è un’operazione chirurgica necessaria quando uno o più denti del giudizio sono parzialmente o totalmente sommersi nella mandibola o nell’osso mascellare. La causa principale della mancata uscita in bocca del dente del giudizio può essere la mancanza di spazio nell’arcata dentale.

 I denti del giudizio, chiamati anche terzi molari, solitamente sono 4, non tutte le persone possono però possedere tutti e 4 i denti.

Cos'è un dente del giudizio?

Un dente del giudizio, detto anche ottavo o terzo molare è l’ultimo dei denti nell’arcata dentale.

I denti del giudizio sono l'ultima serie di molari che di solito arrivano intorno ai 17-25 anni, ma possono spuntare anche più tardi. Il loro nome deriva dalla credenza comune che questi denti arrivino in un'età in cui le persone hanno acquisito una certa saggezza sulla vita.

Alcune volte hanno difficoltà ad erompere dalla gengiva o si incastrano sotto altri denti crescendo storti e inducendo la formazione di carie. Possono essere rimossi se non si allineano correttamente con altri denti o se causano problemi come carie o malattie gengivali.

Chiama per un appuntamento

La storia dei denti del giudizio: perché alcune persone non li hanno?

Alcune persone, come abbiamo detto in precedenza, possono non possedere tutti denti di giudizio, questo è dovuto all’evoluzione dell’essere umano.

In passato l’uomo primitivo aveva bisogno di molari per masticare alimenti crudi e ostici, che nel corso dell’evoluzione sono stati abbandonati. Nel corso dell’evoluzione dell’uomo si è verificato una riduzione della dimensione della mandibola e della mascella, lasciando poco spazio per il normale sviluppo della crescita dei denti del giudizio. I denti del giudizio sono quindi un retaggio del passato.

L'alimentazione preistorica e l'inesistenza di cure dentarie provocavano la perdita precoce dei denti. In questo modo, il terzo molare, avendo spazio sufficiente per svilupparsi, svolgeva una funzione di riserva, preservando una corretta masticazione.

Quali sono i rischi associati ai denti del giudizio?

I sintomi del dolore al dente del giudizio possono includere dolore, arrossamento, gonfiore, sensibilità ai cibi freddi e caldi, febbre, nausea e mal di testa.

Il dolore al dente del giudizio può essere causato da una serie di motivi come scarsa igiene dentale, malattie gengivali, mancanza di spazio nella bocca.

Il trattamento e la cura dei dolori ad un dente del giudizio è generalmente un intervento chirurgico che provveda alla loro estrazione, dal momento che non essendo necessari per la masticazione e trovandosi in una posizione molto scomoda sia per il dentista che per il paziente, si tende a non curarli. Quando l’estrazione dei denti del giudizio non viene fatta si potrebbero avere conseguenze peggiori che finirebbero per richiedere trattamenti odontoiatrici più seri nel corso della vita.

Sebbene la rimozione del dente del giudizio sia un intervento di routine, come tutti gli atti medici, presenta dei rischi come l'infezione o la lesione del nervo mandibolare (soprattutto quando non viene eseguita da un professionista).

Prenota una visita

Come faccio a sapere se devo rimuovere i denti del giudizio?

La decisione di rimuovere i denti del giudizio si basa sul tipo di dente e la sua posizione, sulla presenza di carie o malattie gengivali e sul dolore.

Una persona dovrebbe consultare il proprio dentista se inizia ad avere fastidi ai denti del giudizio.

La rimozione dei denti del giudizio è una procedura chirurgica comune che può essere eseguita in anestesia locale in modo del tutto indolore. I denti del giudizio non hanno molte buone ragioni per essere lì e causano problemi solo se non escono in tempo.

Il dentista condurrà un esame orale completo, esaminando la salute dei denti, delle gengive e dell'osso mascellare prima di decidere se e quando è meglio rimuovere i denti del giudizio.

Cosa succede durante l'intervento di rimozione del dente del giudizio?

L'estrazione dei denti del giudizio è un intervento chirurgico dentale comune e di solito viene eseguito in un centro chirurgico ambulatoriale. L'intervento può durare da poche decine di minuti a un paio d’ore e ha un breve tempo di recupero.

Leggi l'articolo di seguito per sapere di più sui trattamenti del dente del giudizio: https://www.studiodentisticominasi.it/trattamenti-odontoiatrici/chirurgia-dente-del-giudizio

Quali tipi di anestesia sono praticati per l’estrazione dei denti del giudizio?

L’estrazione di un dente, senza alcuna anestesia, è un intervento doloroso, perché il dente va estirpato dalla gengiva.

I 3 tipi di anestesia praticati per estrarre i denti del giudizio:

  • Anestesia locale: l’odontoiatra somministra un’anestesia locale, con una o più iniezioni, attorno al dente da estrarre. Se hai paura dell’ago, il dentista userà uno spray per intorpidire le gengive;
  • Anestesia generale: è un’anestesia praticata in situazioni speciali. L’estrazione dei denti del giudizio avviene mentre il paziente è completamente addormentato (in sala operatoria ed in presenza di un anestesista rianimatore). È richiesta per pazienti con bisogni speciali, per cui risulta impossibile procedere come di consueto;
  • Sedazione cosciente per via endovenosa: è praticata nel braccio. È un tipo di anestesia somministrata a pazienti particolarmente sensibili al dolore, a chi ha paura del dentista. Dopo l’intervento di estrazione il paziente non avrà alcun ricordo della procedura.

Immagina i benefici di rimuovere i denti del giudizio così fastidiosi…

La rimozione dei denti del giudizio può aiutare a prevenire problemi come malattie gengivali e carie dei denti adiacenti, nonché dolore alla mandibola e addirittura la perdita dei denti.

L’estrazione dei denti del giudizio permette di creare spazio per i molari ed aiutare a riallineare i denti che tendono ad affollarsi nella bocca.

06 508.66.05

Dott. Roberto Minasi

Laureato presso “La Sapienza” Università di Roma dove ha conseguito anche il dottorato di ricerca in malattie odontostomatologiche, ha incentrato i suoi studi sull’implantologia e le tecniche di rigenerazione ossea. È autore di articoli scientifici su riviste internazionali.

Salva
Cookie: preferenze utente
Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza sul nostro sito web. Se rifiuti di utilizzare i cookie, questo sito Web potrebbe non funzionare come previsto.
Accetta tutti
Rifiuta tutti
Leggi tutto
Analytics
Tools used to analyze the data to measure the effectiveness of a website and to understand how it works.
Gtag
Accetta
Rifiuta
Funzionali
Cookie di Sessione del Sito Web
Accetta
Rifiuta